Domande Frequenti

 

Quali sono le cause dei problemi ortodontici?

logo_3La maggior parte dei problemi ortodontici (malocclusioni) è dovuta a cause genetiche.

Esempi di questi problemi genetici sono l’affollamento dentario, la presenza di ampi spazi tra i denti, la sporgenza dei denti, la mancata formazione di denti permanenti, la presenza di denti sovrannumerari ed alcuni problemi di crescita delle ossa mascellari.

Altre malocclusioni sono acquisite, come risultato dell’abitudine di succhiare il dito, di patologie dentali, di traumi, della ritardata o precoce perdita dei denti di latte (decidui) o di altre cause.

Quando i bambini dovrebbero essere visitati da un Ortodontista?

logo_3L’Associazione Americana degli Ortodontisti raccomanda di far visitare il bambino dall’Ortodontista non appena si noti un problema ortodontico e comunque non oltre i 7 anni di età. A questa età il bambino ha già un numero di denti permanenti sufficiente perché l’Ortodontista possa determinare se un problema ortodontico esiste o si sta sviluppando.

Problemi da individuare precocemente nei bambini

Screenshot 2016-01-27 21.59.04Inoltre, i genitori dovrebbero far visitare il bambino all’Ortodontista se il bambino presenta:

  • perdita precoce o tardiva dei denti di latte
  • disturbi del linguaggio
  • respirazione orale
  • rumori articolari
  • asimmetria facciale
  • digrignamento o serramento dei denti.

.

.

.

Gli adulti possono beneficiare del trattamento ortodontico?

logo_3Sì. L’età adulta non è una controindicazione al trattamento ortodontico.
I denti possono essere spostati a qualsiasi età, purché si trovino in condizione di salute.

Quali esami diagnostici è necessario eseguire prima del trattamento ortodontico?

ANAMNESI ED ESAME OBIETTIVO

anamnesi

FOTOGRAFIE DEL VISO E DEL PROFILO

FOTOGRAFIE INTRAORALI

MODELLI IN GESSO DELLE ARCATE DENTARIE

gesso

.ORTOPANTOMOGRAFIA (radiografia panoramica delle arcate dentarie)

ort

TRACCIATO CEFALOMETRICO DELLA TELERADIOGRAFIA DEL CRANIO IN PROIEZIONE LATERO-LATERALE
per valutare i rapporti dento-scheletrici e la tendenza di crescita

analisi cefalometrica

Quali attenzioni devo avere per evitare danni al mio apparecchio ortodontico?

  • Evitare cibi duri e appiccicosi
  • Non mordere il ghiaccio
  • Non mordere le matite o le penne
  • Evitare di addentare una mela intera

Screenshot 2016-01-27 22.07.27

Quanto tempo richiede il trattamento ortodontico?

logo_3La durata del trattamento ortodontico può variare da uno a tre anni, con una media intorno ai due anni.
Quando termina il trattamento ‘attivo’, si consegnano ai pazienti degli apparecchi di mantenimento per stabilizzare i denti nella loro nuova posizione.

Perché sono importanti gli apparecchi di mantenimento (contenzione) ?

Apparecchi di mantenimento rimovibili

Apparecchi di mantenimento fissi (splintaggi)

Gli apparecchi di mantenimento, rimovibili o fissi, mantengono i denti nelle loro nuove posizioni, dopo che il trattamento ortodontico ‘attivo’ è stato completato.
Sono necessari perché, dopo il movimento ortodontico, l’osso intorno ai denti si deve riorganizzare.
In più, è un dato di fatto che per tutta la vita, anche dopo il trattamento ortodontico, ci si possono aspettare dei cambiamenti di posizione dei denti. Questi cambiamenti sono di entità variabile da individuo a individuo e nella maggior parte dei casi si notano appena.
In ogni caso, portare gli apparecchi di contenzione secondo le istruzioni dell’Ortodontista è fondamentale per mantenere il risultato del trattamento ortodontico.

Quanto a lungo si devono portare gli apparecchi di contenzione?

logo_3Di solito si consiglia di mettere gli apparecchi di contenzione 24 ore per i primi 6 mesi dopo la fine del trattamento attivo, poi di passare a metterli solo la notte.
Molte persone portano gli apparecchi di contenzione rimovibili di notte per tutta la vita.

Quanto costa il trattamento ortodontico?

logo_3Il costo del trattamento ortodontico dipende da vari fattori, tra cui la complessità del problema e la durata del trattamento.
L’Ortodontista presenta al Paziente una previsione della durata del trattamento ed un preventivo dei costi, prima di cominciare il trattamento stesso.